Trovare scappatoie quando non si vuole guardare dentro a se stessi è la cosa più facile.

Una colpa esterna, esiste sempre.
E’ necessario avere molto coraggio per accettare che la colpa, o meglio la responsabilità, appartiene a noi soltanto.
Eppure, te l’ho detto, questo è l’unico modo di andare avanti.
La vita è un percorso, e un percorso che si svolge in salita.

(Susanna Tamaro)

 

STRADA1.jpg

 

Io non ce lo riesco ad avere questo coraggio,

mi è più facile scalare salite che affrontare la verità dentro me stessa…

ultima modifica: 2010-08-17T12:42:43+00:00da layura
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “

  1. No, no, non appartiene a noi soltanto.
    E non è colpa, quasi mai.
    Causa, (responsabilità, sì), ma colpa quasi mai.
    E comunque non conta di chi è la colpa, conta trovare la causa del dolore, e USARLA. APPROFITTARNE.
    Sì, spesso è dentro.
    Ed è una bella fatica cercarla dentro.
    Magari farsi aiutare, a cercarla dentro.
    Faticosissimo.

    Ma in questa fatica, farsi accompagnare dai colori, dalla bellezza, dalla semplicità, dalla leggerezza… dalle persone belle.

    Grazie Laura,
    che bello averti trovata!

  2. Accettarsi…senza fare imputazioni di colpe, esattamente come spesso facciamo con gli altri. Accogliendoci in grembo. Come quegli uomini ed individui bisognosi di comprensione e calore. Solo che tutto questo lo dobbiamo a noi. Non troppo categorici con noi. Il dogmatismo rovina lo spirito e lo spegne. Ma la morbidezza della meraviglia di noi. Ci sta tutta…

    ………………….Uomo

Lascia un commento