Lasciatemi amore..

  ALLA FINESTRA Datemi fame, o voi dèi che sedete e date ordini al mondo. Datemi fame, dolore e mancanza, chiudetemi fuori dalle vostre porte d’oro e fama con vergogna e fallimento, datemi la vostra più meschina, sfinita fame! Ma lasciatemi un po’ d’amore, una voce che mi parli sul finire del giorno, una mano che mi tocchi nella stanza … Continua a leggere

E tu non ridere..

  Se il vero è questo nostro tempo da dimenticare a volte viene in mente che è meglio vivere d’amore. Avevo un gran timore di non capir più niente del sentimento umano ma dopo poche ore avevo lei per mano. Era di primavera, non mi ricordo il mese e neanche l’anno vidi la gioia fermarsi e farmi un cenno. Inadeguatamente … Continua a leggere

Mai tacere

  Come le lacrime salgono agli occhi, prendono vita e sgorgano, allo stesso modo nascono le parole. Noi dobbiamo solamente impedire che cadano come le lacrime o che vengano ricacciate giù nel profondo. Un letto è il primo ad accoglierle, le parole si irradiano e ben presto si forma una poesia, che potrà, nelle notti stellate, attraversare il mondo, o … Continua a leggere

Voglio una solitudine

Voglio una solitudine, voglio un silenzio, una notte di abisso e l’anima inconsutile, per dimenticarmi che vivo, liberarmi dalle pareti, da tutto ciò che imprigiona; attraversare gli indugi, vincere i tempi pullulanti di intrecci e ostacoli, infrangere limiti, estinguere mormorii, lasciar cadere le frivole colonne di allegorie vagamente erette. Essere la tua ombra, la tua ombra, soltanto, e star vedendo … Continua a leggere

Invictus

Dal profondo della notte che mi avvolge buia come il pozzo più profondo che va da un polo all’altro, ringrazio qualunque dio esista per l’indomabile anima mia. Nella feroce morsa delle circostanze non mi sono tirato indietro né ho gridato per l’angoscia. Sotto i colpi d’ascia della sorte il mio capo è sanguinante, ma indomito. Oltre questo luogo di collera … Continua a leggere